Capire la Fisica


Vai ai contenuti

L'aumento di massa

La Massa

Introduzione all'argomento:

  • Questo termine oggi è comunemente usato, è stato previsto ed introdotto per la prima volta dalla teoria della relatività, l'aumento di massa secondo la relatività è una proprietà fisica della massa con la velocità. La teoria della relatività afferma che una massa a riposo se sottoposta ad un moto aumenta la sua massa con l'aumentare della velocità, subito sotto riporto la formula relativistica che descrive e spiega come si calcola questo fenomeno, nella formula m è la massa, è la massa a riposo.



Questa formula 3.1 usata per spiegare l'aumento di massa con la velocità, a mio parere almeno nel merito è confusa, perché la massa nella realtà non aumenta mai con l'aumento di energia, ne tantomeno con la velocità, la massa invece ha la particolare capacità di caricarsi di energia supplementare proprio con la velocità, faccio un esempio per capire meglio, se noi prendiamo tre proiettili da 20 grammi il primo è fermo, il secondo lo lanciamo a 1km/s con una normale pistola il terzo lo lanciamo ad una velocità prossima a quella della luce, con questo esperimento noi abbiamo sempre un proiettile di 20 grammi di massa ma con tre comportamenti diversi (in questi esempi non voglio considerare volutamente l'attrito dell'aria).
Il primo proiettile la massa è a riposo ed ha solo un inerzia di 20 grammi dato che l'esperimento lo eseguiamo sulla terra, il secondo proiettile ha una maggiore energia cinetica che rende il proiettile più perforante e pericoloso, perché? Perché oltre al suo peso si aggiunge l'energia cinetica per arrivare ad 1km/s, perciò il proiettile con i suoi 20 grammi di massa esercita un'inerzia sempre proporzionale alla sua velocità nell'avanzare ed è questa inerzia a creare un ulteriore aumento di energia cinetica al suo interno proporzionale alla sua velocità ed alla sua massa, la formula sopra esposta è corretta se al posto della massa usiamo il termine massa inerziale cioè
, perché?
Perché da studi empirici eseguiti su particelle con massa, si è provato che queste non hanno la possibilità di arrivare e superare la velocità della luce; quindi è corretto usare la trasformazione di Lorentz che ci aiuta a misurare la giusta inerzia di una massa ad alta velocità, sotto è riportata la formula corretta dove
è l'inerzia della massa con la velocità e è l'inerzia della massa a riposo, è la velocità della massa e è la velocità della luce.



La conferma di questa formula 3.2 l'abbiamo dal terzo proiettile, infatti per il terzo proiettile la vita è veramente molto dura perché per cercare di portare il proiettile ad una velocità prossima a quella della luce, noi dobbiamo utilizzare tantissima energia (considerate che anche LCH l'acceleratore di particelle più grande al mondo non è in grado di mandare un proiettile di 20 grammi alla velocità della luce), molta di questa energia viene incamerata proprio nella sua massa sottoponendola a delle sollecitazioni che arrivano a modificare la materia stessa, perché a quella velocità le sollecitazioni in gioco sono notevoli se si prende in considerazione questa formula si vede che la massa inerziale con la velocità tende all'infinito, ma non è la massa ad aumentare è proprio la sua inerzia a caricarsi, che trattenendo l'avanzamento del proiettile accumula energia cinetica al suo interno, come un volano, questo perché la velocità della luce è un limite che la massa non riesce a superare, questo limite è dato dall'inerzia stessa della massa. Perciò è corretto dire che non è un aumento di massa ma è un aumento d'inerzia della massa che accumula l'energia cinetica nella massa e questa tende all'infinito alla velocità della luce.







Home Page | Prefazione | La Luce | La Massa | Il Tempo | La Gravità | Argomenti vari | La Teoria della relatività | Conclusioni | Contatti | Copyright | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu